Adempimenti IMU TASI

IMU e TASI sono due tributi comunali basati du due diversi presupposti impositivi: il primo costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore, l’altro collegato all’erogazione e alla fruizione di servizi comunali. Ci sono state diverse modifiche introdotte con la legge di Stabilità che però è bene conoscere prima di procedere nella compilazione del Modulo F24.
Per calcolare IMU e TASI è necessario essere in possesso di tutta una serie di informazioni precise ed accurate ed è per questo che suggeriamo di essere sempre seguiti da dei professionisti del settore.

Siamo lo studio di commercialisti di Meda (Monza Brianza).

Lavoriamo uniti, dal 1933, per far emergere il tuo prodotto o servizio. Perché il vero protagonista sia tu.

L’IMU

L’IMU è l’acronimo di Imposta Municipale Unica ed è l’imposta che deve essere pagata dai proprietari di immobili e per gli immobili su cui si ha un diritto reale.

In seguito alla legge di Stabilità 2014, la questione che ha fatto nascere più dubbi è quella relativa al pagamento dell’IMU sulla prima casa.
Si deve pagare o no?
Secondo la normativa vigente, l’IMU sulla prima casa si paga solo se l’abitazione principale è considerata di lusso e quindi se è iscritta al catasto con una delle seguenti categorie catastali: A/1, A/8 e A/9, ovvero case signorili, ville e castelli.
Più che di prima casa, sarebbe più corretto parlare di abitazione principale intesa come immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare in cui il proprietario dimora abitualmente e risiede anagraficamente.
L’IMU resta invece in vigore sulla seconda casa.

La Legge di Stabilità 2016 ha stabilito quando non si paga l’IMU agricola e quando, al contrario, è necessario versare acconto e saldo dell’imposta.
L’IMU sui terreni agricoli non si applica in un comune parzialmente montano solo se il terreno è posseduto e condotto da coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali indipendentemente dallo loro ubicazione, terreni ubicati nei comuni delle isole minori, terreni a immutabile destinazione agrosilvo-pastorale.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

La TASI

TASI è l’acronimo di Tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla Legge di Stabilità 2014. Essa riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale.
La TASI è pagata da chi possiede o detiene fabbricati e aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli e dell’abitazione principale (a partire dall’anno d’imposta 2016).
Come per l’IMU, sono soggette al pagamento della TASI anche le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
È stata quindi eliminata la quota TASI a carico degli inquilini nel caso in cui l’immobile in locazione sia da loro utilizzato come abitazione principale.
Sono esclusi dalla TASI tutti gli immobili che non siano fabbricati o aree edificabili, quindi ad esempio non si paga sui terreni agricoli, terreni agricoli con requisito di previdenza agricola e sui terreni incolti.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Calcolo IMU e TASI

Abbiamo visto quindi in che caso si devono pagare IMU e TASI e quando invece il contribuente può considerarsi esente.
Ma come si calcolano IMU e TASI?
Per rispondere a questa domanda bisogna consultare la IUC ovvero l’Imposta Unica Comunale, il tributo istituito con la legge di Stabilità 2014.
Questa è una sorta di contenitore che racchiude in sé i tributi di IMU e TASI.
Per versare le imposta IMU e TASI è necessario inserire nel Modello F24 i codici tributo relativi alla tipologia di bene in possesso.
Il codice tributo 3914, per esempio, è uno dei codici tributi fondamentali per l’assolvimento dei pagamenti delle tasse e identifica la tassa dell’IMU che fa riferimento ai terreni.
Uno degli errori più frequenti durante la compilazione del Modello F24, è proprio quello di dimenticarsi di citare nel proprio modello uno codice, di fatto escludendo il pagamento di una parte della quota e incorrendo quindi in problemi di solvenza col fisco.
Per fare questi tipi di calcoli è necessario essere in possesso di tutta una serie di informazioni precise ed accurate ed è per questo che suggeriamo di essere sempre seguiti da dei professionisti.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Siamo focalizzati sui servizi dedicati alle aziende

Scrivici, troviamo la soluzione migliore per te insieme.