Modello EAS

Una organizzazione non a scopo di lucro è una organizzazione che non è destinata alla realizzazione di profitti e che quindi reinveste gli utili per gli scopi organizzativi.
Le organizzazioni che perseguono obiettivi di solidarietà rivolti a soddisfare bisogni specifici o fabbisogni primari sono numerosissime e col tempo sono diventate una realtà della quale anche gli ordinamenti giuridici hanno dovuto prender atto, soprattutto per poter consentire loro agevolazioni di natura fiscale in ragione dell’elevato contenuto etico degli obiettivi perseguiti.

Siamo lo studio di commercialisti di Meda (Monza Brianza).

Lavoriamo uniti, dal 1933, per far emergere il tuo prodotto o servizio. Perché il vero protagonista sia tu.

Cos’è il Modello EAS

Il Modello EAS o Modello di comunicazione dei dati rilevanti ai fini fiscali, è un provvedimento che riguarda la quasi totalità delle associazioni non profit.
Grazie al Modello EAS, l’Agenzia delle Entrate è in grado di conoscere i principali dati delle associazioni, rilevanti soprattutto dal punto di vista fiscale.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

La compilazione del Modello EAS

La compilazione e l’invio del Modello EAS all’Agenzia delle Entrate è una procedura necessaria per ogni associazione no profit, al fine di usufruire delle agevolazioni fiscali. La comunicazione deve essere necessariamente telematica e per fare questo è necessario effettuare la registrazione sul portale FiscOnline. Per completare tale comunicazione è necessario utilizzare l’applicazione “File Internet” dell’Agenzia delle Entrate. La procedura non è banale, per questo è utile farsi seguire da dei professionisti del settore in modo da non sottovalutare nessun aspetto burocratico della vita associativa.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Quote e contributi

Le quote e i contributi associativi e i corrispettivi percepiti dagli enti associativi privati in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa tributaria, non sono imponibili. Abbiamo detto che per usufruire di questa agevolazione è necessario che gli enti trasmettano in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati e le notizie rilevanti ai fini fiscali, mediante un apposito modello.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Chi può presentare il Modello EAS

Possono presentare il Modello Eas con modalità semplificate le associazioni e società sportive dilettantistiche, le associazioni di promozione sociale, le organizzazioni di volontariato, le associazioni religiose riconosciute dal Ministero dell’interno, i movimenti e i partiti politici, le associazioni sindacali, le associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione della ricerca scientifica, le associazioni combattentistiche e d’arma e le federazioni sportive nazionale riconosciute dal Coni.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Conclusioni

In generale possiamo dire che la collaborazione tra il Terzo settore e l’Agenzia delle Entrate, in merito alla definizione del modello Eas, ha sempre funzionato molto bene sia in riferimento alle convergenze condivise sia in riferimento ai risultati ottenuti.
Torna in cima

Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici ora

Siamo focalizzati sui servizi dedicati alle aziende

Scrivici, troviamo la soluzione migliore per te insieme.